fbpx

Come ridurre il tasso di abbandono del carrello

🟠 L’abbandono del carrello degli acquisti si verifica quando un potenziale cliente del tuo sito di eCommerce si trova nella fase di check-out (o almeno ha aggiunto dei prodotti al carrello) e decide di non acquistare più.
È un’abitudine abbastanza comune e molto costosa. Il potenziale acquirente esplora i tuoi scaffali virtuali, sceglie qualcosa che gli piace, accede alla fase di pagamento e se ne va, abbandonando il carrello.

🟠 Data la facilità dello shopping online (perché nessuno sta guardando o giudicando), l’abbandono del carrello degli acquisti è davvero rilevante quando si parla di eCommerce.

⚠️ I motivi più frequenti per cui i clienti abbandonano i carrelli della spesa sono:

▪️spese di spedizione alte
▪️obbligo di aprire un account
▪️processo di checkout lungo o complicato
▪️poca fiducia a dare i dati della carta di credito
▪️il sito web è andato in errore
▪️opzioni di pagamento insufficienti
▪️non avere abbastanza prodotti in magazzino
▪️scarsa fedeltà alla marca
▪️errori di checkout
▪️avere un sito web lento

💡Alcuni piccoli accorgimenti possono rivelarsi decisivi per evitare il carrello abbandonato. Vediamone alcuni:

🔸 Velocizza il tuo sito eCommerce

La velocità di caricamento del sito è uno dei fattori di ottimizzazione più importanti per qualsiasi sito web. I clienti lasceranno il sito se questo impiega più di 3 secondi per caricarsi.

🔸 Fornisci una esperienza d’acquisto Mobile-Friendly.

Più della metà del traffico web viene da dispositivi mobili. Il 76% dei possessori di smartphone che cercano un’attività commerciale la visitano nel corso della giornata e il 28% di queste ricerche si conclude con acquisti. Tra i tre dispositivi più comuni utilizzati per effettuare acquisti online, il mobile ha il tasso di carrelli abbandonati più alto (85,65%), rispetto al desktop (73,07%) e al tablet (80,74%).

🔸 Rendi il percorso di acquisto semplice e veloce.

Accorcia e Semplifica la Procedura di Checkout. Offri un sistema di pagamento in un solo passaggio (come fa Amazon) o cerca modi per ridurre i passaggi necessari. Offri il checkout agli utenti non registrati. Il 35% delle transazioni online viene solitamente eliminato perché il sito richiede all’utente di creare un account prima del checkout. Alcuni dei motivi per cui i visitatori non vogliono creare un account utente riguardano privacy, caselle email piene, mancanza di tempo e incertezza in merito all’acquisto. Dall’esplorazione alla vendita, il percorso verso l’acquisto deve essere privo di interruzioni. Semplifica, riduci i tempi di caricamento delle pagine, inserisci Call to Action chiare ed evidenti, mostra un indicatore di avanzamento del checkout e riduci al minimo i moduli.

🔸 Offri metodi di pagamento alternativi

Quando apri un negozio di eCommerce, ti stai aprendo a fare affari con tutto il mondo. Sapendo questo, un solo metodo di pagamento non sarà sufficiente per i clienti di diversi paesi. Potrebbe essere necessario aggiungere più metodi di pagamento a seconda del luogo in cui vivono i tuoi clienti. Stripe e PayPal sono alcuni dei metodi più comuni per la ricezione di pagamenti. Considera anche nuovi metodi di pagamento alternativi in aggiunta a questi come Apple Pay, Amazon Pay e Google Pay. O metodi a rate come SoisyScalapay e SmallPay. O, ancora, il bonifico avvalendoti di servizi come MyBank.

🔸 Ricorda che i clienti hanno bisogno di sentirsi sicuri

A causa dell’onnipresente minaccia di frodi e furti di dati, i clienti sono molto più cauti nell’inserire i propri dati online, e spesso abbandonano un acquisto perché non si sentono sicuri. Mostra le tue credenziali di sicurezza e guadagna la fiducia dei clienti attraverso le recensioni e le valutazioni di altri acquirenti e fornisci i dati di contatto dell’azienda. Oltre a inserire i badge di sicurezza, includi le funzionalità di sicurezza dei siti web aggiuntive, come la crittografia della password e i certificati SSL in modo che i tuoi clienti sappiano che sei attento alla loro sicurezza.

🔸 Sii onesto riguardo alle spese

Niente provoca più abbandoni del carrello di un extra inatteso alla fine del processo di acquisto, che sia l’IVA o le spese di spedizione. Mostra chiarezza sin dal principio e avrai di sicuro meno clienti infuriati che abbandonano il carrello nella fase finale di acquisto.

🔸 Metti in evidenza la tua politica dei resi

Una politica di reso chiara e applicata nel modo giusto, può diventare un’opportunità per generare nuovi profitti e aumentare la fedeltà dei clienti. Se un cliente è indeciso ma scopre che la tua politica dei resi è semplice e offre una garanzia di rimborso, sarà più propenso a portare a termine l’acquisto.

🔸 Invia promemoria via email

Le email inviate a seguito di abbandono del carrello sono straordinariamente efficaci: circa la metà di quelle inviate viene aperta e un terzo porta a un acquisto sul sito. Assicurati che il carrello venga salvato con le immagini in miniatura dei prodotti e invia un’email come questa: “Il tuo carrello contiene questo prodotto. Non preoccuparti, lo abbiamo salvato per te e puoi ancora completare l’acquisto in qualsiasi momento!”

Ecco alcune pratiche da seguire sulle email:

▪️invia più di una email.

In effetti, dovresti mandarne almeno due. Invia la prima email entro un’ora. Se ne invii una oltre le 24 ore, il tasso di conversione dimezza. Quindi, inviate la seconda email 24-36 ore dopo l’abbandono e la terza 72 ore dopo.▪️offri ulteriori sconti. Offri uno sconto maggiore in ognuna delle email. Il tempismo è importante. Il tasso di conversione è molto alto già con la prima email circa il 20,3%.

▪️scrivi un oggetto che ti farà notare.

Impegnati sulla personalizzazione, utilizzando sia il nome del destinatario che i prodotti raccomandati in base a ciò che stava per essere acquistato.

🔸 Offri diverse opzioni di consegna

Sebbene una consegna rapida e gratuita sia la migliore calamita per attrarre acquirenti online, esistono altre opzioni potenzialmente allettanti, come la possibilità di scelta dei tempi di consegna. I prezzi bassi sono il motivo principale per cui i clienti ritornano nei siti di eCommerce.

Ecco alcuni modi da poter utilizzare:

▪️spedizione gratuita con spedizione standard, ma con costi aggiuntivi per la spedizione accelerata
▪️spedizione con addebito per prodotti di basso valore, spedizione gratuita per prodotti di alto valore
▪️utilizzo di vettori a basso costo per offrire la spedizione gratuita ai clienti che scelgono questi vettori.

Cerca di capire perché i clienti abbandonano i loro carrelli della spesa e implementa strategie per contrastare le principali aree problematiche del tuo sito di eCommerce.

Articoli che potrebbero interessarti

× Ti posso essere di aiuto?